Pinot Grigio
D.O.C. Lison Pramaggiore(*)
 
Chardonnay
D.O.C. Lison Pramaggiore(*)
 
Sauvignon
D.O.C. Lison Pramaggiore
 
Tocai D.O.C.
Lison Pramaggiore(*)
 
Priné(*) 
Soandre(*) 

Novello(*) 
Cabernet D.O.C.
Lison Pramaggiore(*)
 
360 Ruber Capite(*) 
Campo Camino-Merlot
D.O.C. Lison Pramaggiore(*)
 
Refosco Roggio dei Roveri
D.O.C. Lison Pramaggiore(*)
 
Vineargenti 

Grappa di Cabernet 

Aceto di Cabernet(*)
metodo "lento a truciolo"
 



L'azienda agricola Bosco del Merlo nasce nel 1977 e, dopo dieci anni di vinificazioni e di accurate selezioni, contraddistingue con il marchio Bosco del Merlo i propri vini. La famiglia maturò l'idea di realizzare una coltivazione biologica integrale nel 1990; a quel punto sono bastate poche revisioni alle tecniche agronomiche già usate, visto che già da tempo era stata seguita una viticoltura biocompatibile.

Nella coltivazione biologica si esclude l'uso di anticrittogamici o fertilizzanti di sintesi, e vengono utilizzati solo concimi organici di origine animale, melassa di barbabietola e derivati di alghe marine in grado, senza alcun contributo chimico di sintesi e quindi nel totale rispetto della natura, di cedere alle piante l'adeguato apporto organico. Inoltre la naturalità della coltivazione delle uve è scrupolosamente controllata e certificata dall'A.I.A.B. (Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica). Affiancata anche dal prezioso aiuto dell'Istituto Sperimentale per la Viticoltura di Conegliano l'impianto dei vigneti è stato realizzato con tecniche che garantiscono la qualità del prodotto. I terreni usufruiscono di impianto drenante per evitare ristagni d'acqua, le barbatelle sono state selezionate nei migliori cloni e la forma di allevamento è il cordone speronato con alta densità di piante per ettaro e bassa resa per ceppo per il minore sfruttamento delle piante.

Proprio nella produzione vinicola biologica emergono non solo l'entusiasmo, ma anche gli sforzi continuamente volti a migliorare l'aspetto qualitativo dei prodotti. Le iniziali perplessità e le continue fatiche nel portare avanti questo innovativo sistema vengono comunque premiati da ottimi risultati. La professionalità e l'amore con cui l'azienda coltiva i terreni, unito alla generosità delle vigne, permettono di ottenere dei vini dal gusto inconfondibile quali il Pinot Grigio, lo Chardonnay, il Sauvignon e il Cabernet. Anche la Bosco del Merlo così come la Valentino Paladin presenta dei vini particolarmente significativi e importanti, frutto di sperimentazioni e ricerche. Ad esempio il Prinè, il cui mosto svolge la fermentazione primaria in barrique di rovere e rimane nei carati fino a che è pronto per l'imbottigliamento. E' per questa particolare tecnica di vinificazione che risulta essere un vino dalla grande personalità e ricchezza di aromi.

Anche il 360 Ruber Capite è un vino rosso importante il cui nome vuol simboleggiare l'impegno e la maestria del vinificare nella completezza del cerchio che avvolge il ciclo produttivo dalla crescita dell'uva nella pianta all'affinamento del vino nella botte. Inoltre, nel 1989, la Bosco del Merlo trasforma una vecchia cantina aziendale in acetaia per la realizzazione di un finissimo aceto ottenuto da vino da agricoltura biologica. L'aceto di vino Cabernet Bosco del Merlo è in Italia il primo aceto da agricoltura biologica ed è un aceto nato da una lenta lavorazione con metodo "a truciolo".


Paladin & Paladin
Via Postumia, 12 - 30020 Annone Veneto (VENEZIA)
Tel +39.0422.768.167 - Fax +39.0422.768.590
boscodelmerlo@paladin.it